logo didasfera

TUTTO SU DIDASFERA

Licenze / Licenze Creative Commons

Tra i contenuti rilasciati con licenza Creative Commons potete trovare materiali originali che la casa editrice ha scelto di rilasciare gratuitamente con il consenso degli autori, oppure opere o parti di opere che sono libere da diritti (ad esempio opere di autori morti da più di 70 anni), oppure parti di opere che sono ancora protette da diritto d'autore ma che abbiamo scelto di pubblicare parzialmente secondo il concetto del fair use. In questo caso specifichiamo che l'opera è rilasciata ai sensi dell'articolo 70 della Legge sul diritto d'autore, comma 1 bis, a seguito dell'atto del senato 18/10/2007: "Pertanto, il testo oggi vigente di tale disposizione riproduce nella sostanza la disciplina statunitense sul fair use. Infatti, i quattro elementi che caratterizzano tale disciplina, come rinvenienti nella Section 107 del Copyright Act, e cioè:

- finalità e caratteristiche dell'uso (natura non commerciale, finalità educative senza fini di lucro);
- natura dell'opera tutelata;
- ampiezza ed importanza della parte utilizzata in rapporto all'intera opera tutelata;
- effetto anche potenzialmente concorrenziale dell'utilizzazione

ricorrono a ben vedere anche nell'articolo 70 della legge sul diritto d'autore."

Cosa sono le Creative Commons?

Le licenze di tipo Creative Commons permettono a quanti detengono dei diritti di copyright di trasmettere alcuni di questi diritti al pubblico e di conservare gli altri, per mezzo di una varietà di schemi di licenze e di contratti che includono la destinazione di un bene privato al pubblico dominio o ai termini di licenza di contenuti aperti (open content). L'intenzione è quella di evitare i problemi che le attuali leggi sul copyright creano per la diffusione e la condivisione delle informazioni.
Il progetto fornisce diverse licenze libere che i detentori dei diritti di copyright possono utilizzare quando rilasciano le proprie opere sulla Rete. La normativa per le Creative Commons fornisce un insieme di 4 opzioni che permettono facilmente di riconoscere i diritti vantati dall'autore e da terzi sull'oggetto della licenza. Le sei licenze Creative Commons (definite dalla combinazione di quattro attributi) stabiliscono in modo esplicito quali sono i diritti riservati, modificando quindi la regola di default in cui tutti i diritti sono riservati.
Le licenze Creative Commons sono nate negli USA appoggiandosi al sistema giuridico locale. Sono state quindi adattate al sistema giuridico italiano, dove il diritto d'autore è regolato dalla legge 633/41. L'autore diventa detentore dei diritti nel momento dell'estrinsecazione dell'opera creativa, secondo la L. 633/41, art. 6

Fonte Wikipedia

Per i contenuti di DidaSfera che l'editore, in accordo con gli autori, ha scelto di rilasciare gratuitamente è stata questa versione:

Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Italia.

Quindi

Tu sei libero:

di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera

Alle seguenti condizioni:

  • Attribuzione Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza e in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi l'opera. (in questo caso link alla pagina DidaSfera)
  • Non commerciale Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.
  • Non opere derivate Non puoi alterare o trasformare quest'opera, né usarla per crearne un'altra.

Abbiamo scelto questa versione della licenza, soprattutto pensando alle opere derivate.

Per quanto riguarda l'utilizzo dei contenuti all'interno della classe/scuola, la copia e la distribuzione , ma anche la trasformazione, l'integrazione, il taglia-copia-incolla-remixa, anche con contenuti diversi, non solo sono consentiti ma sono anche vivamente consigliati.

MA

ogni docente si può assumere la responsabilità dei suoi interventi finché restano all'interno della classe.

Se si diffonde un'opera perché la licenza lo consente (nel caso delle Common Creative, appunto) bisogna tenere presente che il suo autore ha il diritto all’integrità dell’opera (cioé il diritto di opporsi a qualsiasi deformazione o modifica dell’opera che possa danneggiare la reputazione dell’autore).
I diritti d'autore si dividono in diritti morali e in diritti patrimoniali. L'autore può decidere di rinunciare a quelli patrimoniali (come nel caso di una pubblicazione Creative Commons) ma non può rinunciare a quelli morali che sono imprescrittibili, irrinunciabili, inalienabili (l'eventuale cessione dei diritti di sfruttamento economico dell'opera da parte dell'autore verso un editore, non pregiudica il diritto morale che ne è comunque indipendente).

-----------------------------------------

Per quanto riguarda le fonti e il copyright in generale delle immagini, dei video, degli audio su DidaSfera puoi saperne di più leggendo QUI

SFOGLIA IL
CATALOGO

ENTRA IN
DIDASFERA

DIDASFERA
KIDS